« Tutti gli articoli della categoria 30 giorni di Milan

Marzo: questo pazzo pazzo Milan

Del 31/03/2014 di Donato Boccadifuoco


Marzo: questo pazzo pazzo Milan Ci eravamo lasciati con un febbraio ricco di speranze, il mese di marzo però costa carissimo al Milan: eliminato dalla Champion´s League e sempre più lontano dal vertice della classifica. Le ultime giornate lasciano comunque ben sperare in ottica sesto posto (come siamo ridotti male).

Abbinare l’aggettivo “pazzo” al mese di marzo, si sa, è più scontato di un goal sbagliato sotto porta da Robinho o dal nuovo cecchino d’oriente Keisuke Honda. Anche se i più storceranno il naso di fronte a questo aggettivo, visto il chiaro rimando ai cugini nerazzurri, “pazzo” è sicuramente la parola più adatta a descrivere la condotta del Milan, dentro e fuori dal campo, in questo mese che ormai volge al termine. 

 

Procediamo con ordine ed iniziamo dove fa più male: l’eliminazione dalla Champion’s League. Dopo l’ottima gara d’andata disputata dai rossoneri, all’Atletico Madrid sono bastati i primissimi minuti della gara di ritorno per sottolineare una superiorità, ahinoi, indiscutibile sulla carta. Eppure, il solito immenso capitano (Montolivo chi?) Ricardo Kakà aveva restituito speranze a tutto il popolo rossonero con il goal del momentaneo 1 a 1. La reazione del Milan è purtroppo durata solo 15 minuti (i monologhi della Littizzetto durano di più) tant’è che il goal rocambolesco di Arda Turan ha di fatto messo fine alla contesa già sul finire della prima frazione di gara. Addio alla coppa dalle grandi orecchie e benvenuto al tormentone Don Matteo che ci accompagnerà quasi sicuramente nella prossima stagione.

 

Tralasciando la sconfitta precedente in campionato sul campo dell’Udinese, una delle peggiori partite mai viste in questa stagione, il Milan si era reso protagonista sul campo di un’altra ottima gara dove avrebbe sicuramente meritato qualcosa di più: quella contro la Juventus. Un match che a sorpresa ha visto, specie nella prima frazione, una sola squadra in campo. Peccato però che le leggi di Murphy abbiano nuovamente governato l’universo rossonero: “Quando qualcosa può andare storto, lo farà”. Ecco infatti che alla prima occasione utile l’attaccante bianconero Fernando Llorente, mentre Antonio Conte gridava ai suoi “Manteniamo lo 0 a 0 che manca poco alla fine del primo tempo”, sfrutta l’indecisione della retroguardia del Diavolo per realizzare il goal che ha spaccato il match. Goal che nella ripresa è stato bissato dal solito Carlos Tevez, proprio lui: il promesso sposo tradito per ben due volte sull’altare. #GrazieBarbara. #MatriÈCostatoQuantoTevez.

 

A proposito di Matri, vorrei sottoporvi questo quesito: ma il vostro falegname con 30 mila lire lo fa meglio? No perché ha tutta l’aria di essere un Garpez!

 

Il peggio è passato? Macché! Dopo la debacle europea ecco le 4 scoppole rifilateci dal Parma nel giorno della storica contestazione della curva. Siamo veramente contenti di ciò: avevamo temuto che l’intero settore fosse finito nel più vicino reparto di criogenia ed invece vive e vegeta…Wow.

 

È sicuramente il punto più basso della gestione Seedorf e lo storico capitano del Milan, Paolo Maldini, mette il carico pochi giorni dopo attraverso una serie di frecciate al veleno contro l’attuale dirigenza rossonera. Dichiarazioni che sono state mal digerite dall’ambiente, ma che hanno restituito qualche sorriso sul nostro volto vista l’ormai totale assenza di quei valori sportivi che francamente non vediamo in campo da un bel po’ di tempo. A tal proposito, ci vediamo però nuovamente costretti a spezzare una lancia a favore del tecnico olandese e schierarci apertamente contro i ripetuti attacchi della stampa. Egregi “colleghi” vi ci sono voluti 3 anni per criticare una “maschera” toscana che farebbe invidia ad Arlecchino, Pulcinella e Balanzone (ogni riferimento a fatti o persone NON è puramente casuale) e vi bastano 2 mesi per screditare un tecnico esordiente? Che dire, complimenti!

 

Incredibilmente comunque, nell’ultima settimana abbiamo assistito ad un brusco cambio di tendenza: il Milan riesce a racimolare 7 punti nelle partite contro Lazio, Fiorentina e Chievo Verona; un’impresa che non si registrava dai tempi in cui Giampiero Galeazzi riusciva a scuotere la testa da sinistra a destra nel momento in cui gli veniva offerto del cibo. Scherzi a parte, sono proprio queste 3 partite ad aver dimostrato quanto lo spogliatoio remi in favore del tecnico e, di questi tempi, è già qualcosa del quale essere soddisfatti. 

 

Prepariamoci dunque ad affrontare queste ultime 7 partite con la consapevolezza che è ancora possibile raggiungere la prossima Europa League. Non sarebbe meglio ripartire da zero senza coppe europee? Forse, ma poi i soldi per i riscatti di Adil Rami e Adel Taarabt mica li troveremo dentro l’uovo di pasqua. 

 

P.s. Scusate se non vi parliamo anche noi di Mario Balotelli, ma francamente ci siamo stancati. È comunque uno dei giocatori migliori che abbiamo in rosa e ci importa solo di quello che fa sul campo, il resto cari amici è fuffa. 

 

Un po’ di statistiche:

 

Partite giocate – 7: 2 vittorie, 1 pareggio e 4 sconfitte. 

Giocatori migliori del mese di marzo: Kakà, Rami, Muntari.

Giocatori peggiori del mese di marzo: Honda, Montolivo, Emanuelson.

Goal del mese: Ricardo Kakà contro il Chievo Verona. 

Posizione in classifica: undicesimo posto a quota 42 punti (11V 9N 11S) a -5 dal sesto posto e -22 dal terzo. 

 

Donato Boccadifuoco

 

 

 

Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di Donato Boccadifuoco
Follia pura
Del 12 Aprile 2016
A 6 giornate dal termine della stagione, clamoroso ribaltone sulla panchina del Milan: fuori Mihajlovic, dentro Brocchi. Scelta folle!
Infelici e contenti
Del 03 Marzo 2016
A 11 partite dalla fine del campionato, il Milan può ancora ambire al terzo posto finale e ha conquistato la finale di Coppa Italia. La strada verso la piena ricostruzione è ancora lunga, ma c´è di che essere contenti.
6 politico
Del 09 Febbraio 2016
Il pareggio interno per 1-1 maturato nello scorso turno di campionato contro l´Udinese, riaccende gli interrogativi sui reali obiettivi del Milan per questa stagione.
4 punti (di sutura)
Del 05 Gennaio 2016
Con i "se" ed i "ma" non si fa certamente la storia, sarebbe però curioso provare ad ipotizzare come sarebbero cambiati i giudizi su questa prima parte di stagione del Milan con i 4 punti persi contro Carpi e Verona...
Milan, il listone di mercato
Del 22 Giugno 2015
Nel tentativo di tirarci, e tirarvi, su di morale, vi proponiamo una nostra personalissima lista di mercato con giocatori che il Milan dovrebbe provare a seguire per rinforzare la propria rosa.
Scommettiamo Con Donato Per... Atalanta - Milan: parola d'ordine "dignità", segno 2
Del 30 Maggio 2015
Ultimo "giorno di scuola" per Atalanta e Milan che si sfideranno questa sera allo stadio Atleti Azzurri d´Italia a partire dalle ore 20.45
Scommettiamo con Donato per... Sassuolo - Milan: match alla portata dei rossoneri, segno 2
Del 17 Maggio 2015
Per l´anticipo domenicale in campo alle 12.30 Sassuolo e Milan. Per i bookmaker rossoneri leggermente favoriti
SCOMMETTIAMO CON DONATO PER... MILAN - GENOA: MATCH DA TRIPLA, CONSIGLIAMO L´OVER 2.5
Del 29 Aprile 2015
Questa sera a San Siro si giocherà Milan - Genoa, ecco i nostri consigli per le vostre scommesse sportive...
SCOMMETTIAMO CON DONATO PER... PALERMO - MILAN: UN PO´ DI OTTIMISMO, SEGNO 2
Del 04 Aprile 2015
Questo pomeriggio Palermo - Milan. Riuscirà la squadra di Inzaghi a centrare finalmente il secondo successo consecutivo? Per noi, sì
SCOMMETTIAMO CON DONATO PER... FIORENTINA - MILAN: A TUTTO OVER
Del 16 Marzo 2015
In un campionato sempre più livellato verso il basso, il Milan questa sera a Firenze avrà la ghiottissima opportunità di avvicinare i piani alti della classifica. Pensate che con i 3 punti, il Diavolo tornerebbe addirittura a -8 dal terzo posto.
Cerca