« Tutti gli articoli della categoria Editoriali

The China Study

Del 31/03/2017 di Damiano Caprioli


The China Study La telenovela closing sta volgendo al fine, oppure ci sarà l’ennesimo colpo di scena?

Il week end ha portato grandi passi avanti nella trattativa per la cessione del Milan dal gruppo Fininvest a Mr Li. Il gruppo SES si è sciolto e quindi, per by-passare la stretta sugli investimenti esteri imposta dal governo cinese, mr Li ha fondato un’altra società RSi Luxemborg ed ha ottenuto prestiti dal fondo Elliott. Tra le clausole imposte (andiamoci coi piedi di piombo, perché spesso si parla a vanvera di questo closing) c’è anche l’impedire la restituzione del debito depauperando il Milan, ovvero Mr Li non può vendere gli asset migliori (Donnarumma, Romagnoli e pochi altri) per restituire parte dei soldi. La rosa deve essere competitiva, e questo è quanto ci sogniamo noi tifosi, stanchi di questi anni di vacche grasse.


Il closing è stato fissato per il 14 Aprile, il Venerdì Santo, alla vigilia del Derby che si giocherà alle 12,30 per permettere ai vari tifosi cinesi di godersi la stracittadina milanese. Metaforicamente parlando e senza scomodare la liturgia pasquale nella propria essenza, speriamo finisca il nostro calvario ed inizi un periodo di Resurrezione sportiva! Il duo Fassone - Mirabelli si è già mosso per tempo, e parecchie trattative sono state quantomeno abbozzate. Il budget per il mercato dovrebbe essere di circa 100 - 150 milioni di euro, che non sono pochi, ma la squadra deve essere nettamente ristrutturata e rinforzata, quindi sono forse il minimo necessario per puntare almeno al quarto posto.
L’alternativa, nel caso in cui ci fosse l’ennesimo poco piacevole colpo di scena, è l’ItalMilan, fatto di giovani italiani ed affamati, ovvero un modo gentile e raffinato per dire “lotta per il decimo posto”. Sarebbe veramente una pesante mazzata a tutte le nostre ambizioni.


Domenica finalmente ritornerà il campionato ed affronteremo una squadra che l’anno prossimo, salvo piacevolissime sorprese per i tifosi pescaresi, sarà in serie B. Match da non sottovalutare, anche perché all’andata abbiamo vinto solo grazie ad una genialata di Bonaventura su punizione.


In porta il grandissimo Gigio, che per me è l’unico degno di indossare la fascia di capitano, De Sciglio e Vangioni sulle fasce, Romagnoli e Paletta al centro. In attacco Deulofeu (sempre più verso il Barca il prossimo anno), Ocampos e ballottaggio Bacca - Lapadula. Molto dipende dalle condizioni di Bacca al rientro dalla trasferta internazionale. A centrocampo invece la scelta è più ampia: Sosa, Mati, Locatelli, Kucka, Pasalic sono tutti papabili titolari. Dopo la buonissima prestazione contro il Genoa sarà difficile tenere fuori Mati, quindi potrebbe essere titolare con a fianco Locatelli e Kucka.
La prossime due partite sono assolutamente da vincere (Pescara e Palermo), per affrontare il derby contro l’Inter nelle migliori condizioni, e magari col nuovo assetto societario


Damiano Caprioli

Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di Damiano Caprioli
Tanta voglia di Milan
Del 21 Aprile 2017
Una settimana che resterà nella storia
Sic Transit Gloria Mondi
Del 14 Aprile 2017
dopo 31 anni il Milan non è più di Berlusconi ( e Galliani)
Arrivata la caparra della caparra!
Del 24 Marzo 2017
Slitta lo slittamento dello slittamento del precedente slittamento del closing
La rabbia e l’orgoglio
Del 17 Marzo 2017
Dopo la partita contro la Juve restano due sentimenti contraddistinti: la rabbia per aver perso per un rigore “abbastanza” generoso, l’orgoglio nel vedere i nostri giocatori tenere alla maglia del Milan.
Closing?
Del 10 Marzo 2017
Oggi non voglio parlare di closing, tutta questa vicenda mi ha già ampiamente rotto le p... ehm... stancato.
Una presa per i fondelli
Del 03 Marzo 2017
Per questioni di censura uso un eufemismo più elegante del senso intrinseco che porta il messaggio.
Quanta sofferenza
Del 24 Febbraio 2017
Cambiano i tempi, cambiano le ambizioni, cambiano le aspettative, cambiano le prospettive, cambiano i metri di giudizio, cambiano i metri di paragone...
Verso il closing
Del 17 Febbraio 2017
Oramai i tifosi milanisti non aspettano altro
Vittoria di Pirro
Del 10 Febbraio 2017
La vittoria contro il Bologna mi ha fatto esultare, ma ora purtroppo occorre contare vittime e sopravissuti.
Che bella settimana
Del 03 Febbraio 2017
Tra slogan di mercato, sconfitte, ennesime pippe questa è stata una settimana spumeggiante!
Cerca