« Tutti gli articoli della categoria Editoriali

Tra rinnovi, prestiti ed espulsi

Del 20/01/2017 di Damiano Caprioli


Tra rinnovi, prestiti ed espulsi La partita contro il Torino ha lasciato l´amaro in bocca da una parte ed un misto tra soddisfazione e rassegnazione dall´altra: il bicchiere non è mezzo pieno.

Siamo a metà calciomercato, eppure i giocatori in ingresso li vediamo solo nelle altre squadre. Ad oggi il nostro mercato è questo: cessione di Luiz Adriano allo Spartak Mosca, ovviamente a titolo gratuito (per cui nessun euro disponibile da spendere) e scambio Storari - Gabriel col Cagliari. Trattative in corso? Una per avere in prestito secco un panchinaro dell’Everton: forse un po’ troppo poco per una squadra blasonata come il Milan o più in generale per una squadra che dovrebbe lottare per un posto in Europa. Le ultime 4 partite hanno lanciato un campanello d’allarme: una sola vittoria , due pareggi ed una sconfitta. Certo abbiamo giocato molto bene e perso contro la Roma, abbiamo giocato un buon calcio e pareggiato contro l’Atalanta, vinto contro il Cagliari e pareggiato a Torino dopo esser stati sotto di due gol. Contano però i punti fatti, e quelli sono solo 5 su 12. Due-tre acquisti servirebbero: un attaccante che faccia tanti gol e che sappia tenere palla ed abbassare la difesa avversaria (Belotti?), un centrocampista di qualità ed un difensore forte e capace di spingere e crossare, oppure una riserva più affidabile al centro…


La riprova è la prossima sfida contro il Napoli, partita importantissima sotto ogni punto di vista. Abbiamo squalificati due titolari e siamo già in forte difficoltà. Chi sostituirà Locatelli? Sosa o Bertolacci. Sul primo non mi esprimo, sul secondo neanche. Bertolacci è in crescita, tuttavia sono seriamente preoccupato per chi potrà sostituire un ragazzo di 19 anni che al momento è il più affidabile (meglio anche di Montolivo). Chi sostituirà Romagnoli? Gomez? Zapata? Ely? Su Zapata ed Ely stendo un velo pietoso, per quanto riguarda Gomez sono un po’ perplesso: è molto grezzo e non si è ancora ambientato a dovere. Abbiamo anche un problema sulla fascia destra, nel senso che con De Sciglio, Antonelli, Calabria non al meglio l’unico disponibile al 100% è Vangioni (!!!). E se si infortunasse Abate sulla destra? Alternativa Poli. Stendiamo un velo pietoso.
La partita contro il Napoli verrà affrontata col morale alto, ma a livello di rosa purtroppo non potremo contare su tutti i titolari, e questo sta diventando davvero un grosso problema. Siamo numericamente competitivi? NO! Deulofeu sembra avvicinarsi a poco a poco, e potrà garantire il cambio a Suso oppure giocare assieme allo spagnolo facendo arretrare Bonaventura, dando un po’ di qualità al centrocampo. Honda è fuori dal progetto, e presto spero pure Niang.


Niang non mi è mai piaciuto, lo trovo molto scoordinato e poco incisivo sotto porta, ma gli ultimi 10 minuti contro il Torino mi hanno fatto imbestialire. Ha giocato 10 minuti, trotterellando sul campo come se fosse un pachiderma allo zoo, non ha coperto Calabria, non ha tagliato in aria, ha avuto un atteggiamento indisponente. Questa è mancanza di rispetto verso i compagni, verso il  Mister, ed anche verso noi tifosi. Un atteggiamento disdicevole che merita la sua esclusione dal gruppo dei titolari o papabili titolari.

Vergogna


Damiano Caprioli

Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di Damiano Caprioli
Tanta voglia di Milan
Del 21 Aprile 2017
Una settimana che resterà nella storia
Sic Transit Gloria Mondi
Del 14 Aprile 2017
dopo 31 anni il Milan non è più di Berlusconi ( e Galliani)
The China Study
Del 31 Marzo 2017
La telenovela closing sta volgendo al fine, oppure ci sarà l’ennesimo colpo di scena?
Arrivata la caparra della caparra!
Del 24 Marzo 2017
Slitta lo slittamento dello slittamento del precedente slittamento del closing
La rabbia e l’orgoglio
Del 17 Marzo 2017
Dopo la partita contro la Juve restano due sentimenti contraddistinti: la rabbia per aver perso per un rigore “abbastanza” generoso, l’orgoglio nel vedere i nostri giocatori tenere alla maglia del Milan.
Closing?
Del 10 Marzo 2017
Oggi non voglio parlare di closing, tutta questa vicenda mi ha già ampiamente rotto le p... ehm... stancato.
Una presa per i fondelli
Del 03 Marzo 2017
Per questioni di censura uso un eufemismo più elegante del senso intrinseco che porta il messaggio.
Quanta sofferenza
Del 24 Febbraio 2017
Cambiano i tempi, cambiano le ambizioni, cambiano le aspettative, cambiano le prospettive, cambiano i metri di giudizio, cambiano i metri di paragone...
Verso il closing
Del 17 Febbraio 2017
Oramai i tifosi milanisti non aspettano altro
Vittoria di Pirro
Del 10 Febbraio 2017
La vittoria contro il Bologna mi ha fatto esultare, ma ora purtroppo occorre contare vittime e sopravissuti.
Cerca