« Tutti gli articoli della categoria Il duello

3/4 di classe

Del 27/01/2013 di


3/4 di classe L'Italia il palcoscenico per lanciarsi, una "grande" per consacrarsi: El Shaarawy corre verso il Mondiale brasiliano con la casacca rossonera, Bonaventura lancia la sfida con quella (ormai stretta) bergamasca. Quando "giovane" ├Ę sinonimo di "migliore".

Sfida nella sfida al Comunale di Bergamo: Atalanta-Milan è un po' un surrogato di derby. Vuoi per la rivalità dei colori, vuoi perchè Bergamo è comunque un campo ostico per tutte le restanti 19 squadre di serie A, vuoi perchè tanti uno-contro-uno raramente si vedono in una normale partita di campionato: Abbiati contro Consigli, Montolivo contro Cigarini, El Shaarawy contro Bonaventura. Uno dei portieri italiani più affidabili degli ultimi quindici anni contro uno dei possibili obiettivi di mercato del Milan per il futuro della porta rossonera, il neo-regista (soprattutto per necessità) della squadra di Allegri contro l'erede designato di Andrea Pirlo fin dai tempi dell'Under 21, per finire con due dei migliori prospetti del nostro calcio per quanto concerne il reparto offensivo. Stephan El Shaarawy non ha (più) bisogno di presentazioni: i goal segnati in stagione e le presazioni da trascinatore sono il suo marchio di fabbrica. Prossimo ad abbandonare la Dea per vestire una maglia più pesante Giacomo Bonaventura: miglior sorpresa del campionato (fin qui abbastanza difficile) dell'Atalanta, tornato sui livelli dell'anno della promozione dal campionato cadetto, quando realizzò 10 goal. Il talento in maglia 10 è già a quota cinque in questo campionato e, vista la scarsa vena realizzativa che accompagna Denis (fin qui solo sette centri per lui) & Co., Colantuono sembra affidarsi proprio a lui per provare a perforare la difesa rossonera. Il nuovo ruolo di trequartista, un po' per esaltarne le qualità, un po' per i problemi legati all'utilizzo di Schelotto (ormai con la testa al nerazzurro di Milano), sembra cucitogli addosso e quello giusto per sancirne il definitivo salto di qualità. La Juventus (la formazione di Conte è quella che più nel non più recentissimo passato si era interessata al talento bergamasco) osserva, il Milan lo studierà? Per ora i piani della società rossonera sembrano decisamente puntare altrove, destinazione Manchester (City) ed eventualmente Madrid, soprattutto visto il costo del cartellino del ventitreenne (Pierpaolo Marino ne ha fissato il prezzo a 10 milioni di euro, impensabile per il Milan) e l'attuale abbondanza nel reparto offensivo: Niang riconfermato largo a destra a supporto di Pazzini, alla ricerca del quarto goal consecutivo. Allegri aspetta risposte positive dai due attaccanti: carattere e qualità dal francese, maggiore partecipazione nel gioco da parte proprio dell'ex Atalantino. Che non segna alla squadra che l'ha lanciato nel calcio che conta da quasi tre anni: motivo in più per aumentare il proprio score personale e quello di coppia con il Faraone (miglior coppia-goal di tutto il campionato con 24 reti all'attivo). Risposte ben più incoraggianti si aspettano anche dall'esterno classe '92: dopo l'ottima prestazione casalinga contro il Bologna, il pupillo del tecnico toscano insegue il goal che manca ormai da più di un mese (16 Dicembre 2012, Milan-Pescara 4-1). Insomma il "periodo un po' così" che Allegri e tutto l'ambiente sembra avergli concesso deve arrivare alla scadenza: la posta è troppo alta (la sconfitta della Lazio avvicina ulteriormente il terzo posto, e quella della Roma allontana il settimo) e l'opportunità di riavvicinarsi a Cavani nella classifica marcatori è ghiotta. Staremo a vedere.

Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di
Re di spade
Del 14 Maggio 2013
Focus on: l'attualizzazione di un fuoriclasse del ruolo.
Esonerato Gattuso!
Del 14 Maggio 2013
Fine del sogno in terra svizzera, ma una panchina pi├╣ prestigiosa potrebbe liberarsi...
Quattro per uno uguale...?
Del 14 Maggio 2013
In tanti si giocano un posto per il ruolo di esterno destro
Milan made in Colombia
Del 14 Maggio 2013
Ennesimo nome per la difesa: spunta Alvarez Balanta
Ma sei grullo?
Del 13 Maggio 2013
Tra Milan e Roma vince la Fiorentina
Cerci-Milan: occhio alla Champions
Del 13 Maggio 2013
Il numero 11 di Ventura promesso rossonero (?), ma c'├Ę un ma
Sulla cresta dell'orda
Del 12 Maggio 2013
Lo stampino sulla nuova maglia e una serie di accuse sulla regolarità del campionato: storia di una Champions (viola) che non s'ha da fare
(Am)Miralem che Milan
Del 12 Maggio 2013
La vittoria della Fiorentina obbliga il Milan al trionfo casalingo: maglie nuove e vecchio cuore per centrare l'obbiettivo Champions. Centrocampo di ferro per bloccare la qualità delle ripartenze giallorosse: contro Pjanic
Un fiammifero per accendere San Siro
Del 30 Aprile 2013
Focus on: l'imprescindibilità del mediano cuore e corsa. E Nocerino saluta
Revival poco Allegro
Del 17 Marzo 2013
Milan mai vittorioso dopo le debacle europee firmate Allegri: contro la storia (recente) per infrangere l'ennesimo tab├╣.
Cerca