« Tutti gli articoli della categoria Il duello

Presenti e futuri Top Players

Del 03/02/2013 di


Presenti e futuri Top Players Dati in grandissima forma,El Shaarawy e Muriel infiammeranno la serata milanese.

Nella lunga rincorsa al terzo posto la banda Allegri, questa sera, si troverà di fronte l'Udinese. Sotto i riflettori del Meazza si contenderanno lo scettro di miglior talento della serata: Luis Fernando Muriel e Stephan El Shaarawy. Il giocatore friulano, dopo un grave infortunio che l'ha tenuto fuori dai campi per 3 mesi,è tornato alla ribalta nelle ultime settimane risultando spesso decisivo.Il faraone invece sta disputando una stagione straordinaria che ne sta consacrando il suo indiscusso talento.A livello di numeri tra i due ci sono pochi paragoni da fare, ma bisogna comunque tener conto della lunga assenza dai campi di gioco del colombiano.Quest'ultimo finora ha disputato 8 presenze,quindi 516 minuti e all'attivo 4 marcature. L'italo-egiziano invece conta 22 presenze,1785 minuti e 15 reti che lo piazzano secondo in classifica marcatori. Muriel,classe '91, è stato portato in Italia dall'Udinese che lo ha prelevato dalla formazione colombiana del Deportivo Calì. Appena acquistato è stato girato alla società satellite della famiglia Pozzo,il Granada.Dopo un anno in Spagna viene mandato in prestito al Lecce. E'in Salento che inizia a dare un'idea del suo grande talento totalizzando 7 gol in campionato. La scorsa estate è tornato in Friuli per consacrarsi a livelli ancor più alti e, per quanto è riuscito a scendere in campo, sta legittimando la sua classe cristallina. Stephan El Shaarawy, originario di Savona, cresce nel settore giovanile del Genoa risultando spesso tra i migliori dei tornei giovanili. Arriva il suo esordio in Serie A nel Dicembre 2008 a Verona contro il Chievo. Nell'estate 2010 va in cadetteria per fare esperienza, a Padova. In quella stagione si rese grande attore dell'ascesa ai play-off dei veneti, persi malamente in semifinale. La stagione seguente viene acquistato da Galliani,decisione questa,resa reale dopo la confessione del Faraone in cui proclamava la sua fede rossonera. Nel primo anno rossonero colleziona 28 presenze e 4 goal. La stagione in corso è quella della consacrazione tra i più grandi. La grande risalita in classifica,il Milan, la deve grosso modo a lui. Muriel e il Faraone infiammeranno la serata di San Siro con grandi numeri,che favoriranno i loro partner d'attacco Di Natale e Pazzini. In attesa dell'ingresso in campo di SuperMario Balotelli,questa sera a loro la scena!

Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di
L'anno scorso fu risvolta,quest'anno...anche?
Del 21 Settembre 2013
Il Milan affronta il club pi├╣ in forma d'Italia in un match che ├Ę gi├á da dentro o fuori per i rossoneri per la lotta scudetto.
Parte l'offensiva dal Monaco per Boateng
Del 21 Maggio 2013
Giunge voce che dal principato sarebbe pronta un'offerta di 15 milioni per il ghanese.
"Premio guastafeste 2013" : Siena o Pescara?
Del 18 Maggio 2013
Gli avversari di Milan e Fiorentina,entrambi retrocessi, hanno l'occasione di decidere la corsa Champions.
Altro sgarbo ai cari cugini?
Del 14 Maggio 2013
Mancini al Milan: ├Ę un'ipotesi piuttosto remota, ma i dispetti di mercato tra Inter e Milan sono sempre dietro l'angolo.
Torino: non si raccoglie quanto si semina
Del 04 Maggio 2013
Il Torino ,nonostante abbia espresso un ottimo gioco, si trova in una posizione a rischio per quanto riguarda la sua permanenza in A.
Il Catania a San Siro: "Niente da perdere,tutto da conquistare!"
Del 27 Aprile 2013
I siciliani dopo aver conquistato la salvezza con parecchio anticipo puntano al sogno Europa League.
Il nuovo 3-5-1-1 bianconero tutto per POGBA
Del 20 Aprile 2013
La crescita esponenziale del francese ha costretto Antonio Conte a inserirlo stabilmente nell'undici titolare.
Il Napoli sulle ali in tutti i sensi:d'entusiasmo ed esterne
Del 13 Aprile 2013
I partenopei godono di un ottimo periodo di forma e baseranno il proprio gioco sugli esterni con Maggio e Zuniga chiamati ad un grande prova.
La Fiorentina dei palleggiatori
Del 06 Aprile 2013
Si deciderà probabilmente a centrocampo la sfida del Franchi con i viola abilissimi palla al piede.
Passaggio di consegne a Verona: da Pellissier a Paloschi
Del 28 Marzo 2013
Alberto Paloschi ha ormai preso stabilmente il posto del grande bomber Pellissier.
Cerca