« Tutti gli articoli della categoria Il portiere al microscopio

Dategli il tempo di crescere

Del 08/12/2013 di Riccardo Giannini


Dategli il tempo di crescere A 22 anni e in una situazione delicata per il Milan, Gabriel è già sulla graticola. Contro il Livorno ha subito due reti su tre tiri in porta, ma non si tratta di errori gravissimi. Li analizza per noi il sito "voti portieri serie A".

Incassa impassibile qualche parolaccia da Mexes su un pallone laterale fuori dall'area su cui non rischia calciando di piatto in fallo laterale: per noi va bene così, la situazione di gioco non era comodissima da gestire.

 

Su una punizione abbastanza forte blocca bene in tuffo in presa: ne vorremmo vedere di più di portieri che bloccano questi palloni. Invece la prassi oggi è quella di respingere a due mani. In ricaduta finisce come sempre un po' di pancia.

 

Primo gol: il tiro è secco e leggermente a girare; prima di dirvi la nostra lasciamo parlare i commentatori di Premium calcio.

 

Telecronisti: "Gabriel ha sbagliato perchè è rimasto vicino alla riga di porta. Avrebbe dovuto avanzare al momento del tiro per chiudere lo specchio"

 

Il commento è abbastanza fuori luogo: al momento del tiro l'attaccante livornese era abbastanza laterale rispetto al pallone e da quella posizione è lecito aspettarsi un tiro 'quasi' a giro. Se Gabriel fosse andato avanti avrebbe dovuto cercare il pallone sulla traiettoria a giro e quindi nel punto più lontano. Il portiere deve andare a chiudere in avanti quando il tiratore sta preparandosi a caricare quasi frontale al pallone, non quando la palla è quasi ferma o orizzontale e il giocatore laterale rispetto alla stessa.

 

Nell'intervallo commento di Giovanni Galli (ex portiere - si vede - e peraltro ai tempi ben impostato): "Durante la ricerca del pallone con la mano destra, Gabriel aveva la mano sinistra praticamente appoggiata a terra, davanti al corpo. In questa posizione il portiere non ottiene il massimo allungamento del corpo alla ricerca del pallone".

 

Quante volte abbiamo detto la stessa cosa commentando i tuffi su tiri rasoterra di diversi portieri? Oggi i metodi di allenamento portano quasi tutti i portieri a chiudersi con due mani o a tuffarsi su palloni rasoterra con la tecnica adottata da Gabriel; oltre a non consentire il massimo allungo, questa tecnica fa si che il tuffo tenda ad essere un po' di pancia.

 

Nostra conclusione? Concordiamo con Galli, e completiamo il suo discorso; il tiro non era facile per cui non riteniamo si possano imputare a Gabriel chissà quali colpe; la nostra riflessione è che un certo tipo di impostazione non consente di sfruttare al meglio la spinta e l'allungo del tuffo, e su questo in generale bisogna ragionarci.     

 

Nel secondo tempo blocca con sicurezza tre tiri abbastanza centrali.

 

Sul secondo gol di Paulinho difficile intervenire. Il livornese entra in area leggermente decentrato e lascia partire un tiro secco e rasoterra. Gabriel è ben posizionato e copre bene il suo palo (guardate bene le immagini dal basso, non lo lascia scoperto). Prova ad intervenire in reattività ma non ci arriva perchè il tiro è forte, rasoterra e abbastanza ravvicinato (una decina di metri). Ben poco da fare.

A cura dello staff del sito
Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di Riccardo Giannini
Carlo Petrini aveva ragione (ma non ne dubitavamo)
Del 03 Marzo 2017
Nebbia totale sulla cessione del Milan. L'assemblea dei soci del 3 marzo non fa chiarezza. Galliani parla semplicemente di un accordo in discussione tra Fininvest e Sino-Europe Sports per arrivare alla cessione della società in tempi brevi. I tifosi si disperano. Ma il problema è il solito: Silvio Berlusconi.

Catastrofe cinese
Del 01 Marzo 2017
Closing rimandato, ma il futuro del Milan è fortemente in bilico, non solo la permanenza di Donnarumma
Honda e il trequartista, teneteveli voi!
Del 17 Febbraio 2017
Aspettando il closing, ultimi fuochi d'artificio con il ritorno di Silvio Berlusconi, sparito dopo il referendum elettorale.
Lettera aperta ad Andrea Poli
Del 09 Febbraio 2017
Il Milan supera 1-0 il Bologna, giocando oltre mezz'ora in nove. Tra i miracoli di Donnarumma e i capolavori di Deulofeu, spunta un protagonista inaspettato
La mia parte bipolare
Del 04 Febbraio 2017
Cinesi ricchi e cinesi poveri, Caceres sì e Caceres no, Donnarumma e Locatelli prima elogiati e ora diventati il problema. Trovo molto interessante, la mia parte bipolare.
Anche con il 9° posto non sarebbe un fallimento
Del 22 Gennaio 2017
Milan sconfitto in casa con il Napoli, la Champions un miraggio e l'Europa League scivola, ma..
E' tutto molto interessante
Del 20 Gennaio 2017
Manca una decina di giorni alla fine del mercato invernale del Milan, il solito nulla trasformato in qualcosa dalla stampa. Tra un Sosa destinatario di ricche offerte e un Vangioni incedibile, ecco la mossa di Galliani per conquistare il sì dell'Everton e portare in rossonero Deulofeu.
Cessione Milan e mercato gennaio, le ultime
Del 01 Dicembre 2016
Più chiarezza al km finale della cessione del Milan. A inizio della prossima settimana importanti sviluppi. L'affare comunque non è a rischio.
Milan ai cinesi si farà, ma mercato di gennaio "addios"
Del 27 Novembre 2016
Il 13 dicembre non si farà il closing. Una doccia fredda, ma non tutto è perduto. Berlusconi fa campagna elettorale, ma quel sorrisino a Matrix esprime l'imbarazzo - più che il piacere - al pensiero di tenere il Milan.

FOCUS: Empoli Milan 1-4, l'errore di Donnarumma
Del 27 Novembre 2016
Analizziamo l'errore di Gigio in occasione del gol del pari di Saponara
Cerca