« Tutti gli articoli della categoria Indiavolato

Ce l'ho con: chi sa solo criticare

Del 10/02/2014 di Donato Boccadifuoco


Ce l'ho con: chi sa solo criticare L´esonero di Massimiliano Allegri ed il discreto mercato di gennaio evidentemente non sono serviti: gran parte della tifoseria rossonera è ancora sul piede di guerra.

Nonostante il cambio di guida tecnica e le operazioni di mercato effettuate lo scorso gennaio, i tanti tifosi rossoneri sembrano ancora essere parecchio delusi non solo per la classifica attuale di un Milan, molto lontano anche dal quinto posto in classifica, ma anche per le tante vicende societarie e di mercato. C’è inoltre chi inizia a muovere le prime accuse sul nuovo modulo tattico imposto dal neo tecnico Clarence Seedorf e sui giocatori arrivati con il mercato invernale. State scherzando vero?

 

Facciamo un piccolo passo indietro e cerchiamo di ricordare in estrema sintesi quanto successo durante la gestione Allegri: un campionato perso con la rosa più forte della Serie A, la cessione immotivata di un giocatore come Pirlo, la totale mancanza di rispetto verso i alcuni senatori (Nesta, Gattuso, Ambrosini, Inzaghi etc…)  e un progetto tattico che in 4 stagioni non ha mai saputo esprimere un gioco diverso dall’”Ibra pensaci tu” prima o dal “Balotelli/El Shaarawy pensatevi voi” poi. L’apparizione delle tante “Vedove Allegr(e)” al termine del match perso contro il Napoli è qualcosa che davvero faccio fatica a comprendere e concepire. Volete un consiglio spassionato? Se qualcuno di voi è ancora un fervido sostenitore del cacciucco livornese e si trova casualmente a leggere questo pezzo è caldamente pregato d’interromperne la lettura ed iniziare a seguire un altro sport: magari guardatevi una bella partita di curling su Eurosport approfittando delle olimpiadi invernali. 

 

Sperando che adesso siano rimasti a leggere solo i profondi conoscitori di pallone vi pregherei di rispondere a questa domanda: quali colpe possono essere imputate a Clarence Seedorf dopo neanche 1 mese di lavoro? A mio avviso si può discutere soltanto della posizione di Mario Balotelli troppo lontana dalla porta, ritengo però che questa non sia un’espressa indicazione tattica dell’ex numero 10 rossonero quanto la caratteristica naturale di uno dei nostri migliori giocatori in valore assoluto (dite ciò che volete ma è così). Detto ciò, Clarence Seedorf ha avuto il merito di mettere un certo ordine nello spogliatoio cercando di tramandare quello che in molti forse si erano scordati: il valore storico della maglia del Milan! Oltre a questo si è presentato con un’idea di gioco finalmente fissa (tra l’altro agognata da moltissimi tifosi rossoneri negli ultimi 2 anni)  cercando di aggrapparsi al reparto avanzato della squadra vista la scarsità di uomini e qualità del pacchetto arretrato; potete biasimarlo? Tralasciando la sconcertante partita di Coppa Italia contro l’Udinese, ritengo siano già stati fatti giganteschi passi avanti sul piano del gioco e non solo: qualcuno si ricorda un goal preso da calcio d’angolo da quando Seedorf è il nostro allenatore? Io no e sapete perché? Perché non ne abbiamo presi. Vorrei inoltre concludere questa specie di arringa difensiva sollecitandovi l’ennesimo quesito su cui ragionare: provate a trovare la differenza tra un allenatore che, oltre a non avere il coraggio di guardare un calcio di rigore, regala l’80% di possesso palla all’Ajax e uno che pur perdendo 3 a 1 negli ultimi minuti di gara si rivolge ai propri giocatori sollevando il proprio mento ricordando così a tutti che si può uscire dal campo sconfitti, ma che va fatto sempre a testa alta. 

 

Ora una provocazione dedicata anche ai denigratori di Adriano Galliani. Facciamo così: io vi assegno un budget di 0 euro per il mercato e voi mi dovete portare a Milanello Kakà, Rami, Essien, Honda e Taarabt. Come dite, non è possibile? Eppure io vi dico che qualcuno ci è riuscito. 

 

Donato Boccadifuoco

Immagine articolo: Zimbio.com - Claudio Villa / Getty Images Europe

Paolo Milano scrive:
Hai dimenticato il buco dell'ozono e poi le colpe di Allegri ci sono tutte, lo sanno tutti che dietro le sue scelte cos impopolari contro quei "poveretti" dei senatori che oramai pascolavano in campo c'era una linea ben definita e dettata dalla societ. Sei disonesto intellettualmente.
Scritto: Venerdì 14 Febbraio 2014
Rocco scrive:
Sono un denigratore di Galliani proprio perch non ha saputo creare una squadra senza quei 50-70 milioni di euro che ci rifondeva il presidente ogni anno. Il Milan ha un fatturato enorme e squadre con molti meno soldi hanno dei calciatori veri nelle proprie riga e parecchi punti in pi del povero Diavolo. I parametri zero non servono a niente perch non sono mai il Top al massimo il Tip Top. Una squadra di calcio ha bisogno di organizzazione, uomini competenti e un programma serio. Al Milan manca tutto e mancher ancora per molto, caro sig. Boccadifuoco.
Scritto: Martedì 11 Febbraio 2014
Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di Donato Boccadifuoco
Follia pura
Del 12 Aprile 2016
A 6 giornate dal termine della stagione, clamoroso ribaltone sulla panchina del Milan: fuori Mihajlovic, dentro Brocchi. Scelta folle!
Infelici e contenti
Del 03 Marzo 2016
A 11 partite dalla fine del campionato, il Milan può ancora ambire al terzo posto finale e ha conquistato la finale di Coppa Italia. La strada verso la piena ricostruzione è ancora lunga, ma c´è di che essere contenti.
6 politico
Del 09 Febbraio 2016
Il pareggio interno per 1-1 maturato nello scorso turno di campionato contro l´Udinese, riaccende gli interrogativi sui reali obiettivi del Milan per questa stagione.
4 punti (di sutura)
Del 05 Gennaio 2016
Con i "se" ed i "ma" non si fa certamente la storia, sarebbe però curioso provare ad ipotizzare come sarebbero cambiati i giudizi su questa prima parte di stagione del Milan con i 4 punti persi contro Carpi e Verona...
Milan, il listone di mercato
Del 22 Giugno 2015
Nel tentativo di tirarci, e tirarvi, su di morale, vi proponiamo una nostra personalissima lista di mercato con giocatori che il Milan dovrebbe provare a seguire per rinforzare la propria rosa.
Scommettiamo Con Donato Per... Atalanta - Milan: parola d'ordine "dignità", segno 2
Del 30 Maggio 2015
Ultimo "giorno di scuola" per Atalanta e Milan che si sfideranno questa sera allo stadio Atleti Azzurri d´Italia a partire dalle ore 20.45
Scommettiamo con Donato per... Sassuolo - Milan: match alla portata dei rossoneri, segno 2
Del 17 Maggio 2015
Per l´anticipo domenicale in campo alle 12.30 Sassuolo e Milan. Per i bookmaker rossoneri leggermente favoriti
SCOMMETTIAMO CON DONATO PER... MILAN - GENOA: MATCH DA TRIPLA, CONSIGLIAMO L´OVER 2.5
Del 29 Aprile 2015
Questa sera a San Siro si giocherà Milan - Genoa, ecco i nostri consigli per le vostre scommesse sportive...
SCOMMETTIAMO CON DONATO PER... PALERMO - MILAN: UN PO´ DI OTTIMISMO, SEGNO 2
Del 04 Aprile 2015
Questo pomeriggio Palermo - Milan. Riuscirà la squadra di Inzaghi a centrare finalmente il secondo successo consecutivo? Per noi, sì
SCOMMETTIAMO CON DONATO PER... FIORENTINA - MILAN: A TUTTO OVER
Del 16 Marzo 2015
In un campionato sempre più livellato verso il basso, il Milan questa sera a Firenze avrà la ghiottissima opportunità di avvicinare i piani alti della classifica. Pensate che con i 3 punti, il Diavolo tornerebbe addirittura a -8 dal terzo posto.
Cerca