« Tutti gli articoli della categoria Indiavolato

Ce l´ho con: Tutti!

Del 26/09/2013 di Donato Boccadifuoco


Ce l´ho con: Tutti! 5 punti nelle prime 5 giornate di campionato sono un bottino fin troppo generoso per questo Milan orribile di inizio stagione. Di chi è la colpa di tutto questo?

Adesso basta! A meno che qualche tifoso dell’Udinese stia giocando con un simulatore calcistico ed abbia appena segnato una rete con il biondo Dusan; o a meno che qualche piccolo infante stia cercando di chiedere alla propria mamma un primo piatto storpiandone il nome; “Adesso basta” è forse il giro di parole più educato possibile per esprimere lo stato d’animo di tutti noi tifosi rossoneri dopo l’ennesima penosa figura mostrata ieri dal Milan in quel di Bologna

 

Sembrano ormai passati secoli dallo straripante Milan ammirato in campionato nell’anno dello scudetto, eppure l’immagine di un Allegri portato in festa dista solamente 3 stagioni. Quella a cui stiamo assistendo è forse la più repentina e disastrosa involuzione del club nell’era Berlusconiana (perdonatemi ma la mia memoria storica non può andare a scavare prima degli anni ’80). Cerchiamo di fare chiarezza sui motivi e sulle colpe settoriali che, diciamoci francamente, ci stanno facendo passare persino il piacere di seguire le partite. 

 

Società: non è un caso che i club che possono affibbiarsi l’etichetta di vincenti, possano tutti vantare un forte ed autorevole quadro dirigenziale. Chiaramente il primo responsabile dei destini societari, nel bene o nel male, è senza dubbio il presidente. Anche se francamente ormai ho la nausea di sentire quotidianamente il nome di Silvio Berlusconi, per mia sfortuna ho l’obbligo di doverlo citare. Presidente assente ingiustificato ormai da anni e del quale siamo oltremodo costretti a pagare le conseguenze economiche dei vari processi nei quali è stato dichiarato colpevole. C’era una volta Silvio Berlusconi: presidente abituato a spendere per il bene della propria squadra; c’è adesso Silvio Berlusconi: presidente che oltre a non spendere dà la netta sensazione di intascarsi i nostri utili visto che per ben 2 anni consecutivi, nonostante gli immensi introiti di cessioni, diritti tv etc… consegna alla squadra un budget per gli acquisti della bellezza di 0 euro. Beati gli interisti (ebbene sì, l’ho scritto): Moratti batte Berlusconi su tutta la linea dimostrando grande saggezza nel vendere una squadra per la quale può fare ormai ben poco. Silvio Berlusconi: il primo grande colpevole di tutto questo è lui! Tengo inoltre a fare una precisazione: non imputo ad Adriano Galliani le colpe di un mercato scadente, ma quella ENORME di aver trattenuto durante la scorsa estate Massimiliano Allegri, è sotto gli occhi di tutti. 

 

Staff tecnico: vero fiore all’occhiello del recente Milan (livello di sarcasmo numericamente non quantificabile). Una struttura (Milan Lab) che ancora non riesco a capire perché sia invidiata in tutto il mondo, NASA compresa, e dei preparatori che gestiscono la preparazione (scusate il gioco di parole) atletica, come un bambino di 2 anni gestirebbe i lavori di casa. Chiariamo una cosa: se ogni maledettissima stagione subiamo una miriade di infortuni muscolari le cause sono due: o la totale incompetenza dello staff tecnico o un malocchio che neanche Vanna Marchi nel fiore degli anni sarebbe capace di curare.

 

Allenatore: ah il mio argomento preferito! L’unico tecnico al mondo che nel giro di 4 anni non è riuscito a dare un gioco alla propria squadra. Le fortune di Allegri sono 2: il nostro presidente non è Zamparni; il periodo di austerità economica è talmente grave da renderlo completamente immune all’esonero a prescindere dalle boiate che compie sistematicamente ogni settimana. Sono certo che tra qualche anno troveremo nella sezione aforismi calcistici un’intera pagina dedicata alle sue frasi celebri. “I ragazzi hanno fatto una buona partita”; “dai, dai, dai”; “Quando saremo al completo le cose andranno meglio”; “Non sono preoccupato”; “Questa squadra ha grandi potenzialità”: alzi la mano chi di voi non abbia sentito queste frasi per meno di 50 volte negli ultimi 4 anni. Beati gli interisti che hanno Mazzarri (ebbene sì, l’ho detto un’altra volta). La verità è che Massimiliano Allegri non è un allenatore adatto per le grandi squadre. Lettura delle partite, carica motivazionale, gestione degli allenamenti e della preparazione e capacità di disporre la squadra tecnicamente e tatticamente sono tutte qualità in cui francamente non riesce a rasentare neanche la sufficienza. Come questo tizio sia finito sulla panchina del club più titolato al mondo (toh è saltata fuori una delle piccole briciole d’orgoglio rimaste) rimane un mistero che neanche una fusione tra Hercule Poirot, Sherlock Holmes, Roirato Eru e Shinichi Kudo saprebbe risolvere

 

Giocatori: premesso che la rosa dei calciatori e la loro rispettiva condizione dipenda dalle variabili discusse in precedenza, quella del Milan è ormai da qualche anno diventata palesemente da metà classifica e non di più. Iniziamo dal reparto arretrato: un portiere in età pensionabile, una coppia di centrali di difesa che sfigurerebbe anche in Serie B e dei terzini che forse in tutta la vita insieme avranno azzeccato 20 cross. Ma d’altronde siamo apposto così, vero Adriano Galliani? Centrocampo: un solo costruttore di gioco e 18 falegnami intercambiabili tra di loro dei quali non si capisce la gerarchia tecnica. Ma siamo apposto così vero Adriano Galliani? Attacco: una stella del calcio europeo che sbrocca più o meno con la stessa frequenza con cui Vittorio Sgarbi dà della capra a qualcuno; un talento del calcio italiano messo inspiegabilmente ai margini del progetto tattico forse perché qualcuno ne invidia la pettinatura (non vedo altri motivi di carattere razionale); l’unico brasiliano incapace di stoppare un pallone e metterlo in rete (non lasciatevi ingannare da quanto successo ieri) ed un giocatore di una mediocrità disarmante il cui acquisto facciamo ancora fatica a comprendere visto che con la stessa cifra sarebbe arrivata gente del calibro di Tevez o Ljajic.

 

Chiedo umilmente scusa a tutte le persone che non ho nominato, vorrei solo dirvi che…la colpa è anche vostra! Dal presidente al porta borracce: nessun alibi, tutti colpevoli

 

Donato Boccadifuoco

Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di Donato Boccadifuoco
Follia pura
Del 12 Aprile 2016
A 6 giornate dal termine della stagione, clamoroso ribaltone sulla panchina del Milan: fuori Mihajlovic, dentro Brocchi. Scelta folle!
Infelici e contenti
Del 03 Marzo 2016
A 11 partite dalla fine del campionato, il Milan può ancora ambire al terzo posto finale e ha conquistato la finale di Coppa Italia. La strada verso la piena ricostruzione è ancora lunga, ma c´è di che essere contenti.
6 politico
Del 09 Febbraio 2016
Il pareggio interno per 1-1 maturato nello scorso turno di campionato contro l´Udinese, riaccende gli interrogativi sui reali obiettivi del Milan per questa stagione.
4 punti (di sutura)
Del 05 Gennaio 2016
Con i "se" ed i "ma" non si fa certamente la storia, sarebbe però curioso provare ad ipotizzare come sarebbero cambiati i giudizi su questa prima parte di stagione del Milan con i 4 punti persi contro Carpi e Verona...
Milan, il listone di mercato
Del 22 Giugno 2015
Nel tentativo di tirarci, e tirarvi, su di morale, vi proponiamo una nostra personalissima lista di mercato con giocatori che il Milan dovrebbe provare a seguire per rinforzare la propria rosa.
Scommettiamo Con Donato Per... Atalanta - Milan: parola d'ordine "dignità", segno 2
Del 30 Maggio 2015
Ultimo "giorno di scuola" per Atalanta e Milan che si sfideranno questa sera allo stadio Atleti Azzurri d´Italia a partire dalle ore 20.45
Scommettiamo con Donato per... Sassuolo - Milan: match alla portata dei rossoneri, segno 2
Del 17 Maggio 2015
Per l´anticipo domenicale in campo alle 12.30 Sassuolo e Milan. Per i bookmaker rossoneri leggermente favoriti
SCOMMETTIAMO CON DONATO PER... MILAN - GENOA: MATCH DA TRIPLA, CONSIGLIAMO L´OVER 2.5
Del 29 Aprile 2015
Questa sera a San Siro si giocherà Milan - Genoa, ecco i nostri consigli per le vostre scommesse sportive...
SCOMMETTIAMO CON DONATO PER... PALERMO - MILAN: UN PO´ DI OTTIMISMO, SEGNO 2
Del 04 Aprile 2015
Questo pomeriggio Palermo - Milan. Riuscirà la squadra di Inzaghi a centrare finalmente il secondo successo consecutivo? Per noi, sì
SCOMMETTIAMO CON DONATO PER... FIORENTINA - MILAN: A TUTTO OVER
Del 16 Marzo 2015
In un campionato sempre più livellato verso il basso, il Milan questa sera a Firenze avrà la ghiottissima opportunità di avvicinare i piani alti della classifica. Pensate che con i 3 punti, il Diavolo tornerebbe addirittura a -8 dal terzo posto.
Cerca