« Tutti gli articoli della categoria Indiscreto

Conservare per poi affondare

Del 25/11/2016 di Irene Benedetti


Conservare per poi affondare Il Milan di Montella dovrà pensare a mantenere la propria posizione per poi affondare il colpo perfezionando la rosa attuale.

Non era nell’aria, non era previsto ma è successo. Strani scherzi della sfera chiamata pallone che s’insacca nelle porte avversarie ma questa volta non rimanendo legato al colore bianco nero ma baciando in tempi moderni anche quelli rossoneri. Il Milan dopo la sconfitta di Napoli avvenuta alla seconda di campionato, e dopo un opaco precampionato con in mezzo il sorriso della vittoria alla prima giornata con tanto di parata dagli undici metri di Donnarumma non faceva certo presagire questo momento;  che seppur lontano dai tempi di gloria, entusiasma nuovamente i propri tifosi. La vittoria con la Lazio, il pareggio con la Fiorentina, il successo ottenuto dal lontano (finalmente) 2012 con la Juventus e il pareggio arrivato in un derby sfumato solo a 20’’ secondi dal termine lasciano il pubblico estasiato. Diciamolo pure: “Siamo contenti”. Secondo posto in classifica, alle spalle della Juventus, otto lunghezze in più dei cugini nerazzurri che avevano allestito una squadra con ben altre ambizioni e gli stessi punti della Roma. Dietro: Lazio, Fiorentina e  Napoli con le sorprese Atalanta e Torino. All’orizzonte il closing, giorno d’addio di Berlusconi, che forse-forse dopo aver visto questo Milan italianizzato dal lavoro speciale di Montella e guidato da Locatelli, sta pensando di ritrattare quanto definito con l’imprenditoria cinese. Ma battute a parte, alla fine si farà. Il Milan è destinato ad entrare nell’orbita cinese con la supervisione iniziale di Silvio Berlusconi e con una campagna acquisti destinata fin da gennaio ad arricchirsi di giocatori utili alla causa, i campioni farebbero sognare i tifosi, ma in questo momento occorre cedere gli inutilizzabili (Ely), le meteore (Vangioni) e fornire a Montella gli uomini necessari per raggiungere l’obiettivo prefissato, quella zona Champions che attualmente il Milan occupa e che non vorrebbe destinare ad altre mani, data l’assenza ormai dalle coppe di quattro lunghissimi anni. Questa volta nonostante con Inzaghi e Mihajlovic, si passò un Natale sereno con un Milan in zona Uefa, per poi prontamente smarrirsi con l’avvento del nuovo anno, sarà importante conservare quella posizione per permettere nel mercato estivo alla nuova proprietà di agire per comporre un Milan finalmente stellare. I tempi di Thiago Silva ed Ibrahimovic, prontamente lasciati liberi sul mercato ci auguriamo che siano finiti, perché il Milan come non mai deve tornare a preservare i propri campioni e a dire la sua in Italia, in Europa e nel mondo seguendo la missione tanto cara del suo ex o pardon presidente Silvio Berlusconi.

Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di Irene Benedetti
A Natale puoi!Montella osa.
Del 27 Dicembre 2016
Vincenzo Montella dalla critica a prendersi il Milan con un pugno di mosche.
Steinar Nilsen
Del 17 Dicembre 2016
Dall'isola dell'aurora boreale alla maglia rossonera, il norvegese Steinar Nilsen in rossonero non ha proprio lasciato il segno, nonostante un temperamento mica da ridere sfoggiato nelle altre piazze e in un bar in Norvegia. Ma i tifosi con più memoria lo ricorderanno come autore della punizione del 5-0 in un memorabile derby di Coppa Italia nella (decisamente meno memorabile) stagione 1997-1998.
La storia della maglia rossonera
Del 16 Dicembre 2016
Storia della maglia.
All'Olimpico per il secondo posto
Del 06 Dicembre 2016
Con la Roma in campo Bonaventura, c'è anche Mati Fernandez.
Verso Empoli - Milan
Del 26 Novembre 2016
Al Castellani la vittoria per il diavolo manca da diverse stagioni.
MILAN vs INTER (AMARCORD)
Del 19 Novembre 2016
Un Milan convinto e in ottima forma si appresta ad affrontare il derby contro l'Inter. Nella storia di questa partita, essere favoriti è sempre stata una complicazione.
Il bicchiere mezzo pieno
Del 04 Novembre 2016
Il closing è sempre più vicino, l´aria sta cambiando ed il bicchiere non può che essere mezzo pieno.
Giovani e rossoneri
Del 01 Novembre 2016
Ormai non ci sono più dubbi, il nuovo Milan è targato giovani e rossoneri dalla nascita!
Dalle stelle alle stelle: Milan ora mostra quanto vali
Del 29 Ottobre 2016
Dall'atmosfera sognante seguita al successo contro al Juve, fino al ritorno sulla terra dopo la sconfitta di Genoa. Ora il Milan affronta il Pescara per trovare la propria dimensione
Berlusconi gongola, l'ItalMilan c'è
Del 18 Ottobre 2016
Il Milan di Montella stupisce gara dopo gara. E´ la squadra che ha sempre desiderato Silvio.
Cerca