« Tutti gli articoli della categoria La Maglia Rossonera

La storia della maglia rossonera

Del 16/12/2016 di Irene Benedetti


La storia della maglia rossonera Storia della maglia.

Il Milan nacque il 16 dicembre 1899, presso la Fiaschetteria Toscana di Via Brechet. Quella notte, uno dei fondatori, Herbert Kilpin disse: "Saremo una squadra di diavoli. I nostri colori saranno il rosso come il fuoco e il nero come la paura che incuteremo agli avversari.". E così fu. Da quel momento il Milan ha sempre indossato una maglia a strisce verticali rosse e nere, più larghe o più strette a seconda dei periodi, abbinata a pantaloncini tendenzialmente bianchi. La prima maglia fu una camicia a strisce sottili con colletto e polsini su cui era cucita la bandiera di Milano, una croce rossa su un campo bianco. Nel 1910/1911 la camicia venne sostituita da una polo, le strisce divennero più larghe e scomparse la bandiera. Nel 1912/1913 le strisce rimasero larghe ma si tornò alla camicia e tornò la bandiera di Milano, che resterà sulla divisa fino al 1942. Nel 1918/1919 si passò alla maglia vera e propria, con dei lacci a chiudere il colletto. Nel 1926/1927 fu abbandonato il colletto: il collo divenne a V bordato di nero. Nel 1941/1942 fu la volta del girocollo, sempre bordato, e delle strisce ancor più larghe. Nel 1943/1944 ci fu un ritorno al collo a V e alle strisce medie, per poi tornare al girocollo nel 1947. Dal 1952/1953 si alternarono stagioni con il collo a V chiuso o meno da laccetti e altre con il girocollo, fino al 1961/1962, anno in cui comparve una maglia a righe sottili con il collo a V nero, che durò per 18 anni. Nel 1979/1980 tornarono le strisce larghe, i numeri sulla schiena diventarono piccoli per lasciare il posto ai nomi e comparve un diavolo stilizzato sul petto, che rimarrà solo 2 stagioni e mezzo. Per la prima volta il club legittimò il diavolo come suo simbolo. Nel 1981/1982, stagione in cui approdò il marchio dello sponsor sulle maglie, la squadra, su iniziativa dell’allenatore Radice, scese in campo per 3 partite con i pantaloncini rossi. Negli anni successivi si tornò alle strisce sottili e al collo a V, prima e al colletto, poi e cambiò lo sponsor. Nel 1985/1986 le maniche avevano le strisce orizzontali e lo sponsor tecnico era Gianni Rivera. Con l’arrivo di Berlusconi ci fu anche un cambio della divisa: le strisce tornano ad essere larghe, il collo a V con un colletto rossonero e per alcune stagioni i calzettoni sono bianchi. Nel 1995/1996 tornò il logo del club sulla maglia: questa volta si tratta di un ovale metà rossonero e metà biancorosso meneghino. Nel 1999/2000, per festeggiare il centenario, si ebbero le strisce sottili e la bandiera di Milano sul petto.  

Nelle ultime stagioni si susseguono maglie con colletti di tutti i colori e strisce di tutte le dimensioni.

La seconda maglia è sempre stata bianca con il collo o gli inserti rossoneri.

A partire dalla metà degli anni ’90 gli sponsor tecnici hanno imposto anche l’uso della terza maglia a fini commerciali, spesso caratterizzata da abbinamenti cromatici imbarazzanti, come quella gialla indossata durante la finale di Supercoppa Europea del 1995.

La maglia del portiere è sempre stata nera con il colletto rosso, fino all’arrivo di Ricky Albertosi, che nel campionato 1974/1975 sfoggiò una maglia gialla con lo stemma del club sul petto.

Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di Irene Benedetti
A Natale puoi!Montella osa.
Del 27 Dicembre 2016
Vincenzo Montella dalla critica a prendersi il Milan con un pugno di mosche.
Steinar Nilsen
Del 17 Dicembre 2016
Dall'isola dell'aurora boreale alla maglia rossonera, il norvegese Steinar Nilsen in rossonero non ha proprio lasciato il segno, nonostante un temperamento mica da ridere sfoggiato nelle altre piazze e in un bar in Norvegia. Ma i tifosi con più memoria lo ricorderanno come autore della punizione del 5-0 in un memorabile derby di Coppa Italia nella (decisamente meno memorabile) stagione 1997-1998.
All'Olimpico per il secondo posto
Del 06 Dicembre 2016
Con la Roma in campo Bonaventura, c'è anche Mati Fernandez.
Verso Empoli - Milan
Del 26 Novembre 2016
Al Castellani la vittoria per il diavolo manca da diverse stagioni.
Conservare per poi affondare
Del 25 Novembre 2016
Il Milan di Montella dovrà pensare a mantenere la propria posizione per poi affondare il colpo perfezionando la rosa attuale.
MILAN vs INTER (AMARCORD)
Del 19 Novembre 2016
Un Milan convinto e in ottima forma si appresta ad affrontare il derby contro l'Inter. Nella storia di questa partita, essere favoriti è sempre stata una complicazione.
Il bicchiere mezzo pieno
Del 04 Novembre 2016
Il closing è sempre più vicino, l´aria sta cambiando ed il bicchiere non può che essere mezzo pieno.
Giovani e rossoneri
Del 01 Novembre 2016
Ormai non ci sono più dubbi, il nuovo Milan è targato giovani e rossoneri dalla nascita!
Dalle stelle alle stelle: Milan ora mostra quanto vali
Del 29 Ottobre 2016
Dall'atmosfera sognante seguita al successo contro al Juve, fino al ritorno sulla terra dopo la sconfitta di Genoa. Ora il Milan affronta il Pescara per trovare la propria dimensione
Berlusconi gongola, l'ItalMilan c'è
Del 18 Ottobre 2016
Il Milan di Montella stupisce gara dopo gara. E´ la squadra che ha sempre desiderato Silvio.
Cerca