« Tutti gli articoli della categoria La parola alla difesa

Sul Milan c'è ancora da dire...

Del 27/08/2016 di Riccardo Giannini


Sul Milan c'è ancora da dire... Vigilia di Napoli-Milan, Mauro Suma torna all'attacco verso chi ha posizioni fortemente critiche nei confronti del prossimo ex ad Adriano Galliani. Con "La parola alla difesa" prendiamo parola per puntualizzare alcuni concetti sfuggiti all'ex direttore di Milan Channel.

Dall'editoriale di Milan News: Il mantra lo conosciamo, da un anno: "Estate 2015, gli 80 milioni sono stati spesi male. Male". Un anno dopo in una sola settimana rifiuti 70 milioni, 40 per Romagnoli e 30 per Bacca: offerte per i giocatori acquistati proprio un anno prima. Gli 80 milioni quindi, certo, non hanno reso sul campo come dovevano, la stagione è andata male, doveva essere almeno quella del ritorno in Europa ma il Milan se la è complicata da solo, critiche tutte giuste. Ma in una logica di numeri, economica e di mercato la frase 80 milioni spesi male è tecnicamente sbagliata e manifestamente in malafede. 

 

Giusto riconoscere che i 30 milioni spesi per Bacca, visti i prezzi del mercato, non siano stati sprecati, così come i 25 milioni di Romagnoli. Il problema sono i 20 milioni spesi per Bertolacci. Il Milan ha rischiato un investimento sostanzioso su un giocatore che è stato un vero flop, inadeguato anche per problemi fisici. Sfumato Kondogbia, si è preso un giocatore con caratteristiche diverse. Una scelta che ha avuto risultati nefasti. Chi lo ha portato Bertolacci?


Non solo: la Gazzetta dello Sport questa settimana ha fatto un servizio, con tanto di grafica, sui 5 giocatori da 155 milioni, non c'era nemmeno Bacca, del tesoretto del Milan. Uno era Donnarumma, giocatore di Raiola e due erano Suso e Niang, giocatori che senza il rilancio e il pieno di autostima fatto nel Genoa di Preziosi oggi sarebbero due ferrivecchi senza valore. L'altro era De Sciglio, quello che...era già alla Juve. E poi Romagnoli, ma come ci ricordiamo bene: bravo bravo Sabatini, ti sei fatto strapagare una giovane riserva...bravo bravo. Raiola ha raccolto 56 milioni dall'operazione Pogba dal 2012 al 2016 fra Juventus e Manchester United, Preziosi vende giocatori a tutti, da Iago Falque ad Ansaldi a chi volete voi. Ma sembra che i due lavorino e facciano affari solo con il Milan, se stessimo ad ascoltare gli ossessionatissimi. 

 

Su De Sciglio personalmente non nutro grande fiducia o aspettative. Ha giocato un discreto europeo, ma è stato "pompato" dalla stampa italiana come avvenuto per la maggior parte dei giocatori azzurri. I 30 milioni sono una valutazione fatta dalla Gazzetta in base all'incedibilità dichiarata del giocatore, a fronte di una presunta offerta del Napoli di 25 milioni. Niang e Suso devono ancora dimostrare tutto, specie lo spagnolo, quindi meglio tenere il "low-profile". Sugli affari con Preziosi: i migliori (come Ansaldi, Milito, Perotti) vanno altrove, al Milan - eccezione fatta per El Shaarawy - arrivano gli scarti. Un caso? Poi per carità, uno Sturaro che è un normalissimo mediano, inserito in un contesto come l'attuale Juventus, può fare una discreta figura e passare per un fenomeno. Lo avesse preso il Milan...Sturaro uguale Nocerino bis (quello non però dei 10 gol grazie ad Ibra). Non tanto nelle dichiarazioni dei tifosi, ma per il rendimento effettivo sul campo. 


La trionfale avanzata dell'Inter sul mercato. Verona è già archiviata. Servono esterni difensivi e difensori centrali per provare ad essere una anti-Juve sul serio, ma arrivano Joao Mario e Gabigol. Squilli di tromba, clamore mediatico, l'entusiasmo dei tifosi. Tutto giusto e comprensibile, sfoggio di grande potenza economica. Il grande rilancio dell'Inter c'è tutto, chapeau. Poi magari in coda al mercato, lunedì si vedrà se serve qualcosa dietro per l'equilibrio. Ci sta tutto ma ci sta anche di non chiamarla programmazione.

 

I cinesi all'Inter sono subentrati in corsa a mercato iniziato e hanno pure cambiato l'allenatore. Hanno bocciato Erkin, preso a parametro zero, non Banega e Ansaldi. E' vero che l'Inter non ha alternative affidabili ai centrali di difesa, salvo l'arretramento di Medel. Inoltre il parco terzini, Ansaldi a parte, non è da squadra che possa primeggiare in Italia. Nel contempo però i cinesi hanno messo oltre 72 milioni di euro in due acquisti, Joao Mario e Gabigol; con Candreva sono 97 milioni di euro. Più di quanto abbia speso Berlusconi nella faraonica campagna acquisti dell'anno scorso. E non dovrebbero esserci gli squilli di tromba? Ah, poi Gabigol è stato soffiato alla Juventus. E Pjaca invece?

Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di Riccardo Giannini
Carlo Petrini aveva ragione (ma non ne dubitavamo)
Del 03 Marzo 2017
Nebbia totale sulla cessione del Milan. L'assemblea dei soci del 3 marzo non fa chiarezza. Galliani parla semplicemente di un accordo in discussione tra Fininvest e Sino-Europe Sports per arrivare alla cessione della società in tempi brevi. I tifosi si disperano. Ma il problema è il solito: Silvio Berlusconi.

Catastrofe cinese
Del 01 Marzo 2017
Closing rimandato, ma il futuro del Milan è fortemente in bilico, non solo la permanenza di Donnarumma
Honda e il trequartista, teneteveli voi!
Del 17 Febbraio 2017
Aspettando il closing, ultimi fuochi d'artificio con il ritorno di Silvio Berlusconi, sparito dopo il referendum elettorale.
Lettera aperta ad Andrea Poli
Del 09 Febbraio 2017
Il Milan supera 1-0 il Bologna, giocando oltre mezz'ora in nove. Tra i miracoli di Donnarumma e i capolavori di Deulofeu, spunta un protagonista inaspettato
La mia parte bipolare
Del 04 Febbraio 2017
Cinesi ricchi e cinesi poveri, Caceres sì e Caceres no, Donnarumma e Locatelli prima elogiati e ora diventati il problema. Trovo molto interessante, la mia parte bipolare.
Anche con il 9° posto non sarebbe un fallimento
Del 22 Gennaio 2017
Milan sconfitto in casa con il Napoli, la Champions un miraggio e l'Europa League scivola, ma..
E' tutto molto interessante
Del 20 Gennaio 2017
Manca una decina di giorni alla fine del mercato invernale del Milan, il solito nulla trasformato in qualcosa dalla stampa. Tra un Sosa destinatario di ricche offerte e un Vangioni incedibile, ecco la mossa di Galliani per conquistare il sì dell'Everton e portare in rossonero Deulofeu.
Cessione Milan e mercato gennaio, le ultime
Del 01 Dicembre 2016
Più chiarezza al km finale della cessione del Milan. A inizio della prossima settimana importanti sviluppi. L'affare comunque non è a rischio.
Milan ai cinesi si farà, ma mercato di gennaio "addios"
Del 27 Novembre 2016
Il 13 dicembre non si farà il closing. Una doccia fredda, ma non tutto è perduto. Berlusconi fa campagna elettorale, ma quel sorrisino a Matrix esprime l'imbarazzo - più che il piacere - al pensiero di tenere il Milan.

FOCUS: Empoli Milan 1-4, l'errore di Donnarumma
Del 27 Novembre 2016
Analizziamo l'errore di Gigio in occasione del gol del pari di Saponara
Cerca