« Tutti gli articoli della categoria L'Approfondimento

L'Euopa League, dalla gloria alla sconfitta

Del 13/03/2015 di Daniele Manuelli


L'Euopa League, dalla gloria alla sconfitta Perdono Torino ed Inter. Vittoria solo per il Napoli, pareggio nel derby italiano tra Fiorentina e Roma.

L’ultima volta fu cinque su cinque, nell’ultimo turno a sorridere è stato solo il Napoli, stiamo parlando di Europa League, o meglio delle squadre italiane impegnate in Europa.
La vittoria dell’Inter con il Celtic, quella di forza e coraggio della Roma col Feyenoord, l’incredibile rimonta granata del Torino in terra basca avevano illuso un po’ tutti. Nell’ultimo turno invece è arrivata la mazzata che ha riportato le compagini italiane sulla terra. Il Napoli è stata l’unica formazione a sorridere, trionfando tra le mura amiche per tre a uno. La Roma nel derby d’Italia, pur non giocando un eccellente partita è riuscita a strappare un punto sul campo della Fiorentina mentre sono arrivati tonfi pesanti per Inter e Torino. I nerazzurri nonostante il vantaggio di Palacio, hanno gettato al vento l’enorme sforzo rimarcando i soliti errori difensivi e la serata no del portiere Carizzo, sostituto di Handanovic. Il Torino ha pagato l’uomo in meno, se Benassi si era mostrato acerbo per certe partite evidentemente un motivo c’era ed ecco che nel freddo di San Pietroburgo il granata perde la testa rimediando un’espulsione sacrosanta e lo Zenit nel ringraziarlo confeziona un 1-2 micidiale che sa di addio alla manifestazione per gli ospiti, corna e cuore permettendo.
Siamo tornati ad evidenziare i soliti errori di sottovalutazione  della competizione che non sarà più la Coppa Uefa di una volta ma che rimane comunque la seconda coppa più importante dietro la Champions League. In questo momento l’Italia ha bisogno di risalire la graduatoria delle classifiche nazionali per recuperare il sesto posto (non più assegnato come traguardo Uefa) e per tornare a vincere da quel lontano 1999 quando ad alzare il trofeo fu l’ultima volta il Parma. In Champions le cose non vanno meglio, se alla Juve va riconosciuto un quasi passaggio del turno a spese del Dortumund, in questo tragitto a rimetterci sono state già Roma e Napoli. La nuova riforma del calcio italiano è attesa alle porte, ma questa volta non illudiamoci da subito, passare un turno non significa risolvere i problemi e se non si cambia mentalità, snobbare diventa il tema principale con il quale combattere, Parma insegna.

Foto Higuain: tratta dal web

Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di Daniele Manuelli
De Sciglio: La Juventus ci prova
Del 24 Agosto 2016
Il giovane terzino oggetto del desiderio bianconero
Milan: Mercato in uscita.
Del 24 Agosto 2016
Romagnoli oggetto del desiderio inglese
Milan: Mercato in fermento
Del 23 Agosto 2016
Si attendono nuovi rinforzi.
Ibra e il diavolo patto d'onore.
Del 09 Maggio 2016
L'attaccante elogia il suo vecchio club...magari un pensierino per il ritorno.
Sirene tedesche per Bacca
Del 09 Maggio 2016
Carlos Bacca destinato a partire.
Giampaolo o Montella per il rilancio
Del 09 Maggio 2016
In caso di partenza di Brocchi, il Milan piomberebbe sugli attuali allenatori della Sampdoria e dell'Empoli
Ufficiale: Christian Brocchi nuovo allenatore del Milan
Del 13 Aprile 2016
Il club esonera Mihajlovic dando la panchina al tecnico della primavera Brocchi
Cessione Milan: Interesse cinese
Del 13 Aprile 2016
La proprietà potrebbe essere ceduta ai cinesi.
Milan: I giocatori in dissapore con Mihajlovic
Del 13 Aprile 2016
La rottura tra Milan e Mihajlovic pare fosse inevitabile.
Addio a Cesare Maldini
Del 03 Aprile 2016
Scomparso il capitano del Milan di Rocco e l'ex allenatore della Nazionale Italiana e dell'Under 21.
Cerca