« Tutti gli articoli della categoria Milanissimo

Parla Marco...

Del 19/01/2017 di PierGiorgio Danuol


Parla Marco... Da Sacchi a Capello, dai cinesi ad Ibrahimovic, il "Cigno di Utrecht" parla a ruota libera del Milan e del calcio in generale.

Colui che ha regalato goal e giocate spettacolari oggi è delegato Fifa all'innovazione tecnologica, a cercare di rendere più spettacolare il calcio, nuove regole e aiuto sull'introduzione della moviola in campo. Nel corso di una riunione tenutasi a Zurigo Marco Van Basten, per tutti il “Cigno di Utrecht” ha rilasciato un'intervista alla “Gazzetta dello Sport” ripercorrendo alcuni momenti della sua carriera in rossonero ed esprimendo giudizi sul Milan attuale e sul calcio in generale. Attraverso la sua esperienza il suo obiettivo è di rendere avvincente e di proteggere il gioco del calcio, giocare di meno per tutelarlo, far in modo che a giugno i giocatori non arrivino stremati per le troppe gare giocate, sono necessarie quattro settimane di vacanza e quattro di preparazione; troppa tattica nelle partite, spesso solo la giocata di un campione o la mossa di un allenatore rompono l'equilibrio della gara. Marco Van Basten si dice favorevole alla moviola in campo per far si che il terreno di gioco non diventi un tribunale in cui tutti discutono con l'arbitro al minimo fischio, moviola utile per rigori, espulsioni e goal in fuorigioco; altro problema da risolvere è quello del gioco violento, sanzioni per chi non rispetta le regole e per chi finge un infortunio. Un'idea difficilmente realizzabile sarebbe quella di abolire il fuorigioco rendendo le gare più spettacolari ma a detta di Marco resterà un'idea molto estrema. Un idolo dei tifosi rossoneri, uno dei più grandi giocatori della storia del calcio, l'attaccante più elegante e di classe che il Milan abbia avuto non poteva soffermarsi sui rossoneri; i colori rossoneri gli sono rimasti nel suo cuore, con il Milan si divertiva sempre, in campo e fuori, era un Milan stellare, un campione in ogni ruolo ed il rimpianto di aver abbandonato troppo presto il calcio perché il ciclo del Milan sarebbe durato altri tre-quattro anni. Alla domanda su chi preferisce tra Sacchi e Capello, Van Basten risponde Capello perché lasciava spazio all'inventiva dei giocatori, dava la possibilità di improvvisare mentre con Sacchi era tutto più studiato in modo ossessivo. Sul momento attuale del Milan si dice rattristato per vedere San Siro mezzo vuoto, cosa impensabile ai suoi tempi, al Milan oltre ai grandi giocatori manca pure una struttura moderna. Milano merita di stare davanti a Juventus, Roma, Napoli, l'arrivo dei cinesi non lo entusiasmo anzi proprio non gli va giù. L'opinione sulla Serie A è abbastanza negativa, era il campionato più ricco e bello in cui tutti volevano venire a giocare, oggi tra scandali, strutture inadeguate e liti si è perso tutto il vantaggio, troppo interesse per i soldi, per le televisioni, tournée estive inutili. Riguardo gli allenatori Marco Van Basten elogia Conte per il lavoro che sta svolgendo con il Chelsea, in testa al campionato con un gruppo che non è superiore agli altri; incredibile il lavoro di Ranieri con il Leicester, elogi per Carletto Ancelotti che già da giocatore era allenatore tenendo i rapporti con tutti. Ibrahimovic lo definisce il suo erede, più forte fisicamente, Marco più forte tecnicamente, unico errore di Ibra l'aver cambiato troppe squadre solo per questioni economiche. La chiusura non può che essere dedicata ad una delle sue perle in campo; dal goal nella semifinale di Coppa Campioni del 1989 contro il Real Madrid alla quaterna realizzata nel 1992 contro il Goteborg per finire con il tiro al volo nella finale degli Europei del 1988 contro l'URSS; tra tutte le reti però Marco Van Basten preferisce la rovesciata in Ajax – Den Bosch, cercata e trovata, difficile fare meglio. 201 partite 124 goal, 3 palloni d'oro ed una serie di Coppe e Supercoppe che fanno di questo splendido cinquantaduenne uno dei più forti giocatori della storia rossonera.



Piergiorgio Danuol

Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di PierGiorgio Danuol
Juventus - Milan 2 - 1, le pagelle rossonere
Del 11 Marzo 2017
Donnarumma super, bene Deulofeu.
Le pagelle di Milan - Chievo 3 - 1
Del 05 Marzo 2017
Bacca il migliore, bene Sosa e Deulofeu
Campionato 2016-2017, Sassuolo - Milan 0 - 1
Del 03 Marzo 2017
Nono goal in campionato per Bacca
Campionato 2016-2017, Milan - Fiorentina 2 - 1
Del 25 Febbraio 2017
Prima rete in rossonero per Deulofeu
Mille volte Carletto!
Del 24 Febbraio 2017
Traguardo prestigioso per il nostro Carletto Ancelotti, mille panchine in carriera, da Reggio Emilia a Monaco di Baviera.
Le pagelle di Milan - Fiorentina 2 - 1
Del 20 Febbraio 2017
Kucka e Deulofeu i migliori, male Bacca
Campionato 2016-2017, Lazio - Milan 1 - 1
Del 15 Febbraio 2017
Sesta rete stagionale per Suso, quinto pareggio in campionato
Le pagelle di Lazio - Milan 1 - 1
Del 14 Febbraio 2017
Donnarumma e Suso salvano il Milan, ottimo ingresso di Sosa
Campionato 2016-2017, Bologna - Milan 0 - 1
Del 11 Febbraio 2017
Vittoria in nove contro undici, giĆ  sette espulsioni in campionato
Le pagelle di Bologna - Milan 0 - 1
Del 08 Febbraio 2017
Donnarumma il migliore, bene Deulofeu
Cerca