« Tutti gli articoli della categoria Racconti Epici

Foggia - Milan 2 - 8

Del 26/04/2013 di PierGiorgio Danuol


Foggia - Milan 2 - 8 Il Milan chiude un campionato da record, squadra imbattuta per trentaquattro giornate ed un Van Baten capocannoniere con venticinque reti. Un torneo concluso in testa dalla prima all'ultima giornata e con oltre settanta reti all'attivo.


Domenica 24 maggio 1992
Campionato di Serie A 1991-92
34a ed ultima giornata
Foggia, Zaccheria

E' l'ultima giornata di campionato, il Milan è già campione d'Italia ed i rossoneri sono alla caccia del record di imbattibilità in campionato, record detenuto dal Perugia nel campionato della stella rossonera. La trasferta di Foggia non è la gara più agevole per mantenere lo zero nella casella delle sconfitte, la formazione di Zeman e del trio Rambaudi, Baiano e Signori è ben intenzionata ad interrompere la serie positiva dei rossoneri.
Il Milan ha collezionato fino ad ora cinquantaquattro punti, frutto di ventuno vittorie e dodici pareggi, sette vittorie in trasferta, diciannove reti al passivo e ben sessantasei all'attivo con Van Basten a quota ventitré reti.
Il Foggia è stata la formazione rivelazione del campionato, sia per il gioco offensivo sia per essersi salvata con largo anticipo e raggiunto metà classifica a ridosso di formazioni ben più blasonate. Nell'ultima giornata entrambe le formazioni sono risultate vittoriose, il Milan nel quattro a zero di San Siro contro il Verona con l'addio di Carlo Ancelotti, il Foggia vincente in quel di Marassi contro il Genoa per due a zero.
Il Milan di Capello si presenta allo Zaccheria con la migliore formazione, davanti a Rossi solita linea difensiva composta da Tassotti, Costacurta, Baresi e Maldini, a centrocampo riconfermato Ancelotti, all'ultima gara in rossonero, poi Rijkaard e Donadoni, in avanti il trio formato da Gullit, Van Basten e Simone; il Foggia di mister Zeman risponde con Mancini tra i pali, Petrescu, Padalino, Codispoti e Matrecano in difesa, Shalimov, Picasso e Barone a centrocampo, il trio Rambaudi, Baiano e Signori di punta.
Arbitra l'incontro il fischietto di Viareggio Pierluigi Collina.
In tribuna ad osservare la gara il mister ex rossonero Arrigo Sacchi, ora allenatore della Nazionale Italiana.
Dopo un buon avvio da parte del Foggia, il Milan passa in vantaggio al minuto ventidue; ottima azione di Gullit sulla fascia destra, doppia finta e cross di sinistro per la testa di Maldini che insacca il pallone dell'uno a zero. Poco dopo Van Basten lanciato in contropiede arriva davanti a Mancini ma incespica sul pallone e sfuma l'occasione del raddoppio.
Sul finire del primo tempo si sveglia il Foggia; splendida azione sulla sinistra di Baiano, scambio con Rambaudi e passaggio per Signori che appostato all'altezza del dischetto del rigore batte di sinistro l'incolpevole Rossi, è il pareggio foggiano. Nemmeno due minuti e il Foggia passa in vantaggio; Baiano lanciato a rete si incunea tra la difesa rossonera e con un mezzo pallonetto supera Rossi, è il due a uno per il Foggia e con questo punteggio termina il primo tempo. Nella ripresa il Milan si porta subito in avanti alla ricerca del pareggio e del record di imbattibilità; dopo due minuti è ancora Gullit sulla destra a liberarsi dei difensori  ma questa volta calcia direttamente in porta trovando l'incrocio dei pali e il momentaneo due a due. E' a questo punto che il Milan si scatena e con esso l'attacco rossonero; prima Van Basten con un destro da dentro l'area batte Mancini, poi pochi minuti dopo una deviazione di Matrecano su conclusione di Simone porta i rossoneri sul quattro a due. Lo stesso Simone trova finalmente il goal al settantaquattresimo minuto, servito da Rijkaard batte ancora una volta l'incolpevole Mancini con un destro da centro area. Il giovane attaccante rossonero si ripete pochi minuti dopo quando su assist di Van Basten insacca il pallone del sei a due rossonero; in questa circostanza l'estremo difensore foggiano tenta di dribblare Van Basten con un colpo di testa ma il Cigno di Utrecht è più furbo nel sottrargli il pallone e servire il compagno per la rete rossonera. L'olandese ad otto minuti dal termine trova la doppietta personale ed il goal numero venticinque in campionato battendo di destro il malcapitato Mancini; chiude il conto Fuser a tre minuti dal termine con un diagonale di sinistro per il definitivo otto a due per il Milan. Addirittura la gara si chiude con tre minuti di anticipo causa l'invasione di campo dei tifosi di casa, alla ricerca di magliette di entrambe le formazioni.
Termina così un campionato condotto in testa dall'inizio alla fine, cinquantasei punti, frutto di ventidue vittorie e dodici pareggi, settantaquattro goal realizzati e ventuno subiti, otto vittorie fuori casa, quattordici su diciassette in casa, otto punti di vantaggio sulla seconda in classifica, la Juventus. Dopo un anno di assenza il Milan torna in Europa e dalla porta principale, la Coppa dei Campioni.
Al termine della gara grande soddisfazione in casa rossonera per il record stabilito di vincere uno scudetto non perdendo nemmeno una gara, il precedente apparteneva al Perugia di Castagner nel 1978-79 ma in quell'occasione la formazione umbra si classificò al secondo posto. In quel Perugia c'era anche Silvano Ramaccioni e Fabio Capello al termine dell'incontro rilascia la battuta “Evidentemente porta fortuna, ma lui allora arrivò secondo, noi siamo arrivati primi”.
La "Gazzetta dello Sport" apre con il titolo “Milan Scudettissimo”, “imbattuto e 8 a 2, è il primo campione senza sconfitta”.

Ecco il tabellino completo:
FOGGIA - MILAN 2 – 8
Reti: 22' Maldini, 39' Signori, 41' Baiano, 47' Gullit, 52' Van Basten, 59' autorete Matrecano, 72' Simone, 74' Simone, 82' Van Basten, 87' Fuser
FOGGIA: Mancini, Petrescu, Codispoti, Picasso (67' Kolyvanov), Padalino, Matrecano, Rambaudi, Shalimov, Baiano, Barone, Signori. Allenatore Zeman.
MILAN: Rossi, Tassotti, Maldini, Ancelotti (46' Massaro), Costacurta, Baresi, Donadoni, Rijkaard, Van Basten, Gullit (73' Fuser), Simone. Allenatore Fabio Capello.

Arbitro: Collina di Viareggio


Piergiorgio Danuol


Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di PierGiorgio Danuol
Juventus - Milan 2 - 1, le pagelle rossonere
Del 11 Marzo 2017
Donnarumma super, bene Deulofeu.
Le pagelle di Milan - Chievo 3 - 1
Del 05 Marzo 2017
Bacca il migliore, bene Sosa e Deulofeu
Campionato 2016-2017, Sassuolo - Milan 0 - 1
Del 03 Marzo 2017
Nono goal in campionato per Bacca
Campionato 2016-2017, Milan - Fiorentina 2 - 1
Del 25 Febbraio 2017
Prima rete in rossonero per Deulofeu
Mille volte Carletto!
Del 24 Febbraio 2017
Traguardo prestigioso per il nostro Carletto Ancelotti, mille panchine in carriera, da Reggio Emilia a Monaco di Baviera.
Le pagelle di Milan - Fiorentina 2 - 1
Del 20 Febbraio 2017
Kucka e Deulofeu i migliori, male Bacca
Campionato 2016-2017, Lazio - Milan 1 - 1
Del 15 Febbraio 2017
Sesta rete stagionale per Suso, quinto pareggio in campionato
Le pagelle di Lazio - Milan 1 - 1
Del 14 Febbraio 2017
Donnarumma e Suso salvano il Milan, ottimo ingresso di Sosa
Campionato 2016-2017, Bologna - Milan 0 - 1
Del 11 Febbraio 2017
Vittoria in nove contro undici, già sette espulsioni in campionato
Le pagelle di Bologna - Milan 0 - 1
Del 08 Febbraio 2017
Donnarumma il migliore, bene Deulofeu
Cerca