« Tutti gli articoli della categoria Racconti Epici

Milan - Boca Juniors 4-2

Del 02/06/2012 di


Milan - Boca Juniors 4-2 Quarto trionfo rossonero sul tetto del mondo. Dopo la rivincita nella finale di Champions ad Atene contro il Liverpool il Milan chiude la stagione con la ciliegina sulla torta battendo gli argentini del Boca Juniors per 4-2 e portandosi a casa il Mondiale per Club, quella che una volta era la Coppa Intercontinentale.


16 dicembre 2007 Yokohama. Come da tradizione il Mondiale per Club, nuova configurazione dell’antica Coppa Intercontinentale, si gioca in terra d’Oriente. Nel torneo che vede partecipare le squadre di club che hanno vinto le maggiori competizioni continentali, come da pronostico giungono all’atto finale le superfavorite Milan e Boca Juniors, le due squadre più titolate del mondo per quanto riguarda il numero di vittorie internazionali. Carlo Ancelotti manda in campo Dida tra i pali, con Bonera a destra preferito a Oddo, capitan Maldini sulla sinistra, coppia centrale Nesta-Kaladze. Il trio di centrocampo è il classico Pirlo-Ambrosini-Gattuso, mentre Kakà e Seedorf supportano l’unica punta Inzaghi, nel più classico schema ad “albero di natale” che ha regalato tante soddisfazioni alla squadra di Ancelotti e a tutti i milanisti. 

 

Il Milan parte meglio, grintoso e concentrato. Rossoneri subito pericolosi con Inzaghi smarcato da Seedorf, il numero nove calcia a lato in diagonale. All’11’ il Boca si fa vedere dalle parti di Dida che esce in maniera non impeccabile e fa correre un brivido ai suoi compagni. Passano altri 10 minuti è il Milan sblocca il risultato, Kakà è autore di una bella azione sulla sinistra conclusa in rete dal solito implacabile Inzaghi. Il vantaggio rossonero però dura pochissimo. Appena due minuti dopo Palacio trova il pareggio incornando di testa su calcio d’angolo e punendo nell’occasione la disattenta difesa del Milan. Dopo il botta e risposta tra le due squadre il match prosegue teso ma senza grandi occasioni fino al termine del primo tempo.

 

Nella ripresa il Milan ricomincia a premere e ad attaccare a testa bassa per trovare il gol del vantaggio e al 5’ è cosa fatta. Pirlo batte una punizione dalla destre, Ambrosini svirgola il pallone che finisce dalle parti di Nesta che è lesto ad avventarsi scaraventando il pallone alle spalle del portiere argentino Caranta. Il difensore rossonero porta avanti il Milan 2-1 che rischia di vedersi nuovamente raggiungere due minuti dopo, ma questa volta sul tiro di Ibarra è il palo e conservare il vantaggio rossonero. Il pericolo scampato sveglia il Milan che decide di chiudere il match è al 14’ trova il gol del 3-1. A realizzarlo è Kakà che partendo dalla sinistra fa tutto da solo, concludendo l’azione con un gran tiro.

 

Con due gol di vantaggio la partita sembra essere ormai chiusa anche se manca ancora mezz’ora. Il Boca non molla e prova a rimontare, tentativi vani che durano la manciata di pochi minuti, fino al 25’ quando ancora la premiata ditta Kakà-Inzaghi porta il Milan al 4-1, col secondo gol di giornata di Superpippo che fa calare il sipario sulla partita. Nel finale col Milan che amministra il rotondo risultato c’è tempo solo per la reazione d’orgoglio argentina che porta al gol di Ledesma dopo una mischia in area rossonera a sei minuti dalla fine. Finisce 4-2 e il Milan si laurea campione del mondo, consegnando alla storia del calcio una stagione da incorniciare.

 

Tabellino:

 

Milan: Dida, Bonera, Nesta, Kaladze, Maldini, Gattuso (65’ Emerson), Pirlo, Ambrosini, Seedorf (87’ Brocchi), Kakà, Inzaghi (76’ Cafu).

 

All. Carlo Ancelotti

 

Boca Juniors: Caranta, Ibarra, Maidana, Paletta, Morel Rodriguez, Gonzalez (67’ Ledesma), Battaglia, Banega, Cardozo (66’ Gracian) Palermo, Palacio.

 

All. Miguel Angel Russo

 

Arbitro: Marco Rodriguez

 

Marcatori: 21’ Inzaghi, 29’ Palacio, 50’ Nesta, 61’ Kakà, 71’ Inzaghi, 85’ Ledesma

 

 

* Fonte video YouTube. La redazione non è responsabile del filmato.


Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di
La "dama cinese" che ha frenato la trattativa con Mr. Bee
Del 06 Maggio 2015
L´improvviso arrivo di una misteriosa emissaria del governo cinese e non legata a Mr. Lee avrebbe spinto Berlusconi a prendere tempo sull'offerta di Bee Taechaubol.
In attesa permanente
Del 22 Aprile 2015
I prossimi sono giorni importanti per il futuro del Milan con l´arrivo in Italia di Mr. Bee intenzionato a chiudere l´acquisto del club offrendo 600 milioni di euro per il 75% della società.
Luci (spente) a San Siro
Del 15 Aprile 2015
Domenica va in scena Inter-Milan, che qualcuno ha etichettato "derby della tristezza", definizione che a guardare la stagione delle due milanesi non è così lontana dalla realtà.
Europa difficile ma non impossibile
Del 08 Aprile 2015
Nove giornate al termine e 7 punti da recuperare per provare ad agguantare in extremis la qualificazione all´Europa League e dare un senso al finale di stagione dei rossoneri.
De Jong e i suoi dubbi sul futuro
Del 01 Aprile 2015
L´olandese è in scadenza ma prima di rinnovare col Milan vuole capire che intenzioni ha la società per il futuro prossimo
Milan e quel Game Over dal silenzio assordante
Del 25 Marzo 2015
La Curva Sud chiede chiarezza al presidente Berlusconi ed è pronta a continuare con le proteste se non arriveranno le risposte attese in tempi brevi.
Honda, l´eclissi del Sol Levante
Del 18 Marzo 2015
Il giapponese di qualche mese fa, quello che ha realizzato 6 gol, si è perso insieme a tutta la squadra.
Da Mr. Bee a Mr. Pink, verso il nuovo Milan all´orientale
Del 11 Marzo 2015
Il cambio di proprietà si prospetta all'orizzonte. Trattative sempre più in fase avanzata per l'ingresso di nuovi soci nel club che nel giro di poco tempo potrebbero rilevare l'intero controllo del Milan.
Pippo e l´anima che fu
Del 04 Marzo 2015
Caos e malumori hanno spazzato via l´armonia sia nella squadra che nello staff tecnico. Qualcosa con Inzaghi si è rotto.
Cerci e le attese disattese
Del 25 Febbraio 2015
Pezzo pregiato tra i rinforzi di gennaio finora ha visto più panchina che campo. Colpa dell'ex granata o di un impianto di gioco che latita?
Cerca